Musica per tutti. Il web 2.0 e le sue applicazioni ci vengono in aiuto quando cerchiamo musica sulla rete che rispecchi i nostri gusti. Pandora è morta (?), ma dalle sue ceneri emergono molti servizi che ci permettono di ascoltare la nostra musica preferita. Si parte necessariamente da Last.fm: servizio che ci permette di ascoltare stazioni radio in streaming, rendendole personalizzabili in base alle nostre preferenze.badge_red_rev.gif Ma c’è di più: grazie ad un plugin da installare sul proprio pc, last.fm “riconosce” quello che stiamo ascoltando e trasferisce le informazioni dell’artista, della canzone, di quante volte la ascoltiamo etc..(questo avviene in automatico quando ascoltiamo le stazioni radio di last.fm) al nostro profilo personale che, personalizzandosi, ci permetterà di interagire con altri utenti che apprezzano quello che ascoltiamo e viceversa. E’ un servizio molto semplice e divertente con un alto grado di viralità! Se volete dare un’occhiata a quello che sto ascoltando da un paio di giorni a questa parte fate pure!

238782081_f7bf1b92bf_o.jpgAltro servizio interessante è Blogmusik: qui a differenza di altri servizi più orientati alla community, il punto forte è la scelta delle canzoni da fruire in streaming: davvero un vasto database. Se non ci registriamo al sito possiamo solamente ascoltare le nostre canzoni preferite, ma se ci registrassimo (bastano email e password) potremmo creare e modificare playlist, avere a disposizione la cronologia di quello che ascoltiamo e addirittura aggiungere Blogmusik alla search bar di Firefox (lo usiamo tutti vero?). La qualità non è elevatissima, ma con così tante canzoni a dispozione si può chiudere un orec…occhio! Particolare è la scelta dell’interfaccia, che assomiglia molto all’Ipod della Apple. Qualche dubbio sulla sua legalità ce l’ho, ma fino a quando non vedo il bannerone della RIAA anche qui…continuerò ad usarlo!

https://i1.wp.com/it.music.yahoo.com/common/resources/skins/it/LAUNCH_hdr_gradient_left.jpgAnche Yahoo ci consente di creare una nostra stazione radio personalizzata. Il tutto è molto semplice: dopo essersi registrati gratuitamente, basta cliccare su “personalizza”. Effettuato il login si può iniziare a scegliere tra i generi e gli artisti da aggiungere alla nostra radio (c’è la possibilità opzionale di aggiungere altri artisti non presenti nelle liste). Non resta che decidere di ascoltarla o se scegliere una radio per genere o a tema o di ricercarne un’altra nella lista. Dopodichè si aprirà il nostro player in stile popup. Utile il sistema di voto abbinato ad ogni singola canzone della nostra radio: si va da un “Mai più!” a “Mi fa impazzire!”. In ogni momento è possibile modificare i parametri (anche di votazione, passando ad una modalità più avanzata delle classiche stelline) della nostra radio ed invitare i nostri amici ad ascoltarla.

Altri servizi si stanno affacciando alla ribalta, ma alcuni come Slacker, sono per il momento disponibili solo negli Stati Uniti ed altri come Lala meritano un approfondimento più sostanzioso per tutto quello che offrono oltre allo streaming di brani musicali. Quindi aspettatevi un bel post su Lala uno di questi giorni…